THE REVOLUTION WILL BE LIVE-STREAMED

#Ricerca PALERMO - by N38E13

6
sostenitori

€ 190
raccolti di € 2.000,00

28
giorni al termine

Supporta ora

Live Set VJ/Electronics // Installation and Exhibition // by League of Art Legends (Simone Bertugno and Mike Watson)

The Revolution will be Live-streamed

Viviamo in un mondo occupato da innumerevoli schermi e telecamere con miliardi di individui collegati a un flusso costante di stimoli visivi. Stiamo procedendo rapidamente verso uno stato di interazione permanente e ininterrotta con un vasto archivio di immagini che osserviamo e alimentiamo. L'individuo è incapace di infrangere l'unica legge che guida la società Super-Panoptic - una regola punibile con l'ostracismo sociale, una rimozione dal sistema e una cessazione effettiva della loro esistenza. La regola 1, l'unica regola, è che "Tu rimarrai visibile in ogni momento". Aderiamo a questa regola volontariamente, come se ci fosse libertà nella nostra scelta. In effetti, proprio gli stessi sistemi utilizzati per controllarci e mantenere tale conformità in una società consumistica conferiscono a noi una libertà di espressione finora inimmaginabile: la nostra libertà dipende dallo stesso meccanismo che ci controlla.

 
Nel 1970 Gil Scott-Heron scrisse che "the revolution will not be transmitted", ma al contrario i cambiamenti radicali nella società e nei comportamenti sociali dagli anni '90 si sono verificati online o sono stati almeno facilitati dalla tecnologia internet. Come tutte le rivoluzioni nel corso della storia, terminerà nella tirannia. Anche in questo caso non abbiamo altra scelta che accendere, sintonizzarci e prendere parte.

 
"The Revolution will be Live-streamed" è una mostra che presenta un'installazione audiovisiva e opere multimediali realizzate dal duo artistico League of Art Legends (l'artista Simone Bertugno e il teorico / curatore Mike Watson). I lavori riflettono sulla nostra complicità con una cultura mediatica e politica che offre opportunità illimitate per la libertà e il rischio di una tirannia pervasiva. La ricerca continua l'esplorazione del duo della stratificazione sociale all'interno delle arti e dei media digitali. La serata di apertura sarà caratterizzata da un set VJ / Elettronica dal vivo intitolato "Art. Classe. War: The Revolution will be broadcast live".

 [Mike Watson]

 

LOAL

League of Art Legends è una collaborazione artistica composta dall'artista e musicista Simone Bertugno e dal teorico e curatore Mike Watson. La collaborazione artistica mira alla discussione di questioni critiche e sociali attraverso la musica e i media digitali. Il duo ha suonato live electronica e VJ sets alla Fondazione Pastificio (novembre 2016), alla Galleria Nazionale d'Arte Moderna (gennaio 2017), al Parco Auditorium della Musica (aprile 2017) e al The White Building, Londra (maggio 2017).

 

Simone Bertugno

E' nato nel 1963 a Roma, dove vive e lavora. Ha studiato all'Accademia di Belle Arti di Roma (diplomandosi in scultura nel 1987). Il suo lavoro riguarda lo spazio, la percezione e il suono. Ha partecipato a numerose mostre collettive e personali in Italia e all'estero, tra cui le più recenti: Nexst, Non-Conference, Lost, Performance, Torino, 2017; performance e mostra personale Acud / transmediale festival / Peninsula, Berlino 2016; Camerini e Fuori tutto, 2016, mostra collettiva, Mas, Roma; Sexodus, 2016, mostra personale allo Spazio Menexa, Roma, a cura di Paolo Aita; Non-Conference, Future Rhythms, evento collaterale della 56a Biennale di Venezia, a cura di Mike Watson; Antropoluoghi, Nuovi Animali Sociali, installazione site specific e performance, Festival Villa Ada, Roma, 2015 a cura di Valentina Gioia Levy; Locus Sonus, 2015, mostra personale presso Casa delle Letterature, Roma, a cura di Paolo Aita.

 

Mike Watson

è un teorico di arte, critico e curatore con sede in Italia, che si occupa principalmente del rapporto tra arte e politica. Ha conseguito un dottorato di ricerca in Filosofia presso il Goldsmiths College ed è stato curatore per Nomas Foundation e alla 55a e 56a Biennale di Venezia. Ha scritto pubblicazioni per: Art Review, Artforum, Frieze, Radical Philosophy, Hyperallergic. Nel maggio 2016 ha pubblicato un libro intitolato "Towards a conceptual militancy" per ZerO books.

 

 

 

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui.