Simon Kennedy. New Sculpture At Venice Biennale 2017

#Mostra Venice, Italy - by Simon Kennedy

24
sostenitori

£ 2.678
raccolti di £ 8.000,00

0
campagna terminata

Aiuta l'artista a realizzare il suo sogno nel suo 50°anno!

Simon Kennedy

Supportate la mia campagna di crowdfunding!

Lo scorso dicembre 2016 sono stato invitato dalla GAA Foundation a presentare un progetto di scultura per la loro mostra "Personal Structures" per la Biennale di Venezia 2017. La mostra, ospitata e supportata dal Centro Europeo di Cultura (Venezia), sarà ospitata in due palazzi (Palazzo Mora e Palazzo Bembo) e durerà per tutta la Biennale (dal 13 maggio al 26 novembre). Ho presentato quattro progetti di nuovi lavori e tutti sono stati accettati. E'stato infatti ritenuto che "Stardust Principle" rappresenta una scultura coerente con l'attuale turbolenta situazione globale. 

Aiutatemi a rendere il mio sogno realtà!

Grazie al tuo supporto, sarò in grado di realizzare uno dei sogni della mia vita, ovvero quello di mostrare il mio lavoro durante la manifestazione d'arte più importante al mondo dove spero di fare nuovi e interessanti contatti che mi possano aprire le porte a nuove opportunità.

Inoltre, è anche l'anno del mio 50° compleanno, quale modo migliore per celebrare se non con un mio lavoro mostrato alla Biennale di Venezia!

Come puoi contribuire

Qualora tu abbia il desiderio di aiutarmi nel raggiungere il mio obiettivo di raccolta te ne sarei estremamente grato. Come ricompensa, potrai ottenere una mia opera d'arte, sperando tu possa trovare un lavoro che ti piaccia tra i diversi che ho messo a disposizione.

Qualora tu abbia qualsiasi domanda sul mio lavoro, la campagna o la mostra sentiti libero di contattarmi!

Consulta questo link per avere tutte le informazioni su come donare:

https://www.beartonline.com/section/how-it-works

Puoi scegliere di versare una donazione libera o scegliere una ricompensa sulla base dell'ammontare che deciderai di versare.

 

Perchè esibire alla Biennale di Venezia

La scorsa edizione della Biennale di Venezia è stata visitata da circa 500.000 persone. Tutte le personalità dell'arte, tra cui curatori, gallerie, musei, stampa e collezionisti hanno visitato la Biennale alla ricerca di nuovi lavori e artisti da promuovere.

Più di 300.000 visitatori hanno visitato la mostra di GAA Foundations “Personnel Structures” durante la scorsa Biennale, di cui 38.000 erano stati personalmente invitati da GAA Fpundation.

La Biennale di Venezia è il punto di incontro più longevo e importante per l'arte visuale al mondo. Per qualsiasi artista rappresenta uno dei migliori posti in cui mostrare il proprio lavoro e può rappresentare il punto di svolta nella carriera.

 

"Stardust Principle" la nuova scultura che sarà mostrata alla Biennale di Venezia 2017 


(un'immagine del progetto iniziale della scultura al link seguente):

http://www.simonkennedy.org/venice-biennale-2017.html

“Stardust Principle” è essenzialmente una costellazione di oggetti, che consistono in cosa appare essere connesso tra tavolo e sedia, di dimensioni regolari.

Inserito nella struttura del tavolo si trova una forma scolpita reminiscente di un asteroide celestiale/oggetto meteoritico. Nella sedia sono inserite anche undici sfere (non tutte mostrate nel modello) che dovrebbero riprodurre la forma di un modello molecolare che rappresenti gli undici elementi chimici comuni che si trovano in un corpo umano.

All'interno del tavolo di forma asteroide/meteorite si trova un invisibile riproduttore di suono, che emanerà un suono ambientale basato sul suolo statico emerso dopo il Big Bang e registrato attraverso un segnale radio FM.

Nel lavoro finale è possibile che venga introdotta una piccola luce. Al fine di effettuare ricerca per questo lavoro sono diventato un visitatore abituale del Natural History Museum di Londra e grazie a queste visite ho potuto creare numerosi disegni su larga scala e interpretazioni scultoree ispirate dagli esemplari di meteoriti presenti nella collezione. 

Intento

Il lavoro vuole esprimere il concetto che tutta la vita terrena e la materialità che incontriamo sulla terra condividono gli stessi componenti base che possono essere trovati nella consistenza delle stelle, pianeti e lune che possono essere trovate nell'universo. Questo materiale condiviso, che può essere poeticamente chiamato "polvere di stelle", essenzialmente ci lega al resto dell'universo sia fisicamente che spiritualmente.  “Stardust Principle" ha la finalità di evocare nozioni dell'intimità ed espansione, in cui la struttura molecolare e l'universo cosmico si rispecchiano l'un l'altro. 

“Stardust Principle” è una scultura, che prova ad esplorare le contraddizioni percepite e i collegamenti tra incanto e materialismo; la divisione tra universi percepiti, celestiale e umano all'interno di entità separate e nozioni sull'unicità del tutto. Queste contraddizioni sono rappresentate nella scultura simbolicamente evocando la connessione umana con il cosmo attraverso il tavolo a forma di metorite/asteroide e le sfere molecolari della sedia, l'infinito e macro collegato tramite l'unione di un tavolo e una sedia. 

E'mia intenzione che il lavoro venga visto come un monumento alla connettività olistica tra i regni della materialità e spiritualità, il corpo umano, la terra e l'universo conosciuto.

Per maggiori informazioni:

www.simonkennedy.org

  

GAA Foundation

La GAA Foundation è un organizzazione no profit danese che aspira ad innalzare la consapevolezza circa i temi più filosofici dell'arte contemporanea, architettura e cultura in generale. In particolare, essa promuove il tema "Time – Space – Existence", rendendo questo soggetto più accessibile a un più ampio pubblico internazionale. Al fine di raggiungere questo obiettivo, essa organizza mostre, simposi e progetti d'arte. 

La Fondazione organizza ogni anno delle mostre di arte e architettura durante il periodo della Biennale di Venezia, che sono ospitate e supportate dal Centro Europeo di Cultura. Tutte le mostre sono gratuite per i visitatori il che però comporta che molto spesso ci troviamo a dovere trovare delle forme di supporto finanziario addizionali. 

 

“Personal Structures” 

La GAA Foundation supporta il progetto d'arte internazionale "Personal Structures", avviato nel 2002 dall'artista danese Rene Rietmeyer.

Personal Structures è un progetto che aspira all'introduzione nella scultura, immagini e mostre di un numero di artisti internazionali che condividono la nostra missione.

L'osservazione che anche i punti più distanti e indipendenti del mondo possano convergere su pratiche artistiche conduce all'idea di portare diversi di questi artisti insieme. Facendo ciò, l'obiettivo sarà quello di permettere agli artisti di comunicare tra di loro.

Personal Structures non è una collettiva di artisti, per lo meno non lo è nella tradizionale concezione di collettiva, ma può essere più paragonata ad un forum aperto, dove differente persone possono incontrarsi e comunicare. 

Dal 2002 ad oggi ci sono state 28 mostre e 8 simposi di Personal Structures, e dal 2011 il progetto viene esibito anche nel contesto della Biennale di Venezia. 

 

www.personalstructures.org

www.globalartaffairs.org

www.labiennale.org

 

 

L'utilizzo dei fondi

GAA Foundation è una organizzazione no profit e finanzierà parte del denaro necessario per organizzare e gestire la mostra. I fondi che invece sto cercando di raccogliere tramite la mia campagna di crowdfunding rappresenteranno il mio contributo per la mostra e, insieme a quanto messo a disposizione da GAA Foundation, consentiranno la copertura dei seguenti costi:

 - Pianificazione, organizzazione e curatela della mostra;

- Spazio espositivo a Palazzo Mora, dove sarà installata la scultura “Stardust Principle”, parte della mostra “Personal Structures”;

- Il buon funzionamento delle utenze che saranno necessarie per svolgere la mostra, tra cui i lavori di pittura del muro e i generali costi di pulizia;

- due eventi VIP con drinks e cibo che si svolgeranno l'11 e 12 maggio.

- personale qualificato per installare, mantenere e disallestire la mostra.

- permessi obbligatori per la mostra

- pubblicità, ufficio stampa, banner e totem

- servizi e drinks per piccoli eventi su invito

- servizi doganali, spedizioni internazionali e trasposto locale

- sistemazione per l'artista a Venezia

- inviare informazioni generali e inviti alla mailing list internazionale di GAA foundation dedicata a oltre 38.000 contatti.

- produzione del catalogo a copertina rigida, composto da circa 400 pagine (2 pagine per ciascun artista)


Oltre a ciò, avrò bisogno di coprire il costo dei materiali utilizzati per il lavoro, gli imballaggi, la spedizione e il lavoro di una agenzia specializzata nel trasporto di opere d'arte.

 

GRAZIE!!!

 

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui.