DES-ASTRE _ residenza artistica di Carlos Rivera in Sicilia

#Mostra PALERMO E VARI LUOGHI DELLA SICILIA - by N38E13

14
sostenitori

€ 1.139
raccolti di € 2.500,00

0
campagna terminata

Un'indagine dell'artista cileno alla scoperta dei 'luoghi disastrati' del territorio siciliano in rapporto all'emarginazione sociale

DES-ASTRE è il progetto di residenza dell’artista cileno Carlos Rivera in collaborazione con N38E13, che avrà luogo dal 19 febbraio al 19 marzo 2017 in Sicilia, con sede operativa presso N38E13 Cultural Space.

Il termine DES-ASTRE deriva dal latino astrum, astro, e letteralmente significa ‘senza stelle’. Oggetto dell’indagine sarà il cosiddetto ‘espacio siniestrado’, ogni luogo legato all’emarginazione sociale e quindi metaforicamente senza stelle, abbandonato a se stesso ed al proprio malessere. Si tratterà di un tour – non pianificato al 100% e dunque aperto alla casualità – che condurrà il cileno alla scoperta dei ‘luoghi disastrati’, aree remote, oscure e desolate della Sicilia. Il disastro potrà essere di carattere fisico, legato a calamità naturali o a eventi critici causati dall’intervento dell’uomo, o di carattere sociale, economico, urbanistico e antropologico. 

Fra le aree da indagare, l’artista ha individuato preliminarmente il quartiere ZEN (Zona Espansione Nord) di Palermo, tipico esempio del fallimento ideologico, sociologico ed urbanistico di un esperimento sociale e progettuale promosso dalla visione architettonica utopistica degli anni ’70 del Novecento, ed il paese-fantasma di Poggioreale, completamente abbandonato in seguito al violento sisma del ’68.

Attraverso i linguaggi maggiormente utilizzati da Rivera – la ‘pittura’ retroilluminata realizzata con la tecnica del masking tape, la proiezione di silhouette e di animazioni utilizzando tecnologie analogiche, la fotografia e la produzione letteraria – il progetto darà luogo a molteplici operazioni artistiche che porteranno DES-ASTRE a raggiungere il paradosso che sta alla base dell’intera produzione dell’artista:

‘come dalla luce sia possibile ottenere il buio, l’oscurità’. 

Al termine della residenza i risultati dell'indagine e la conseguente produzione artistica e sociale saranno esposti e discussi presso N38E13, che costituirà un punto di riferimento fondamentale per tutta la ricerca. I ‘luoghi disastrati’ individuati, normalmente di difficile accesso e per molti aspetti ignoti, diverranno oggetto/soggetto di dialogo culturale e sociale.

 

L’ARTISTA:

Carlos Rivera si definisce un artigiano delle ombre, un ‘pittore di fantasmi’ ossessionato dall’invisibilità delle cose e dalla violenta spaccatura che incombe sulla civiltà; per questo il suo lavoro si concentra sull’esplorazione della città, sulla ricerca degli spazi inospitali, abbandonati, sconosciuti o abitati dalla violenza che caratterizzano la metropoli di oggi, in perenne tensione tra illusori scorci di progresso e inseparabili ombre sociali.

Nato nel 1985, l’artista vive e lavora a Santiago, in Cile. Laureato in Arti Visive con indirizzo Pittura presso la Scuola di Arte e Cultura Visiva dell’Università ARCIS, attualmente è professore titolare di Pittura e di Pratiche artistiche visuali nella stessa istituzione.

Ha partecipato a mostre personali e collettive presso il MAC-Museo di Arte Contemporanea di Santiago, il MAVI-Museo di Arti Visive di Santiago, la Galería Metropolitana, il Centro Culturale Matucana 100 e la rilevante AFA Gallery, che lo rappresenta dal 2013. Al momento sta lavorando ad una mostra personale, prevista per la seconda metà del 2017, presso Sala Gasco Arte Contemporanea, il prestigioso spazio espositivo della Fondazione Gasco a Santiago del Cile.

La tecnica prediletta dall’artista è quella del masking tape: attraverso la sovrapposizione di pezzetti di nastro adesivo Rivera crea differenti livelli di chiarezza e opacità, avvicinandosi agli effetti della pittura tradizionale in modo del tutto nuovo. Così, quando l’immagine viene retro-illuminata appare come un delicato smalto sulla superficie, mentre in assenza di luce diviene invisibile. In un esercizio creativo volto all’incessante ricerca dell’ombra, le opere di Carlos Rivera sono, perciò, delle vere e proprie apparizioni di immagini speculari, destinate a (des)aparecer, a scomparire, per effetto della luce.

www.rivera-carlos.com

Esposizioni Individuali:

2015. Sombras. Galleria AFA

2012. No(s) Vemos de Ver en Cuando. Modulo Experimental, AK-35

2012. No(s) Vemos. Espacio Flor

2010. Dos Aviones a la Vez. Local 2702. Università ARCIS

 

Esposizioni Collettive:

2016. Panorama de Artistas. Galleria AFA

2016. Gabinete 2702. Local 2702, Università ARCIS

2015. Ciudad H. Centro Culturale Matucana 100

2014. Perdidos en la Noche. Galleria A2

2013. Spoilers. Galleria AFA

2013. Icaro. Factoría Italia

2012. Diálogos de Emancipación. Galleria Metropolitana

2012. Gabinete, Proyecto de Obra. Università ARCIS

2010. Intervención Rural. Isla de Maipo

2009. Preview. MAC-Quinta Normal

2006. Desde el Dibujo. Factoría, libertad 53.Università ARCIS 

-----------------------------------------------------------------------------------

Supporta l’avventura di Carlos Rivera alla scoperta del territorio siciliano in collaborazione con l’Associazione Culturale N38E13, sostenendo la residenza dell’artista cileno e tutti gli aspetti legati alla ricerca, agli spostamenti, alla comunicazione, alla diffusione culturale e sociale, alla produzione delle opere ed all’esibizione delle stesse.

Aiutaci ed entra a far parte anche tu di quest’affascinante impresa divendendo, così, sostenitore culturale!

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui.