Goooonies: l'opera di Patrick Tuttofuoco per la Quadriennale

#Opera d'arte Rome - by Patrick Tuttofuoco

14
sostenitori

€ 4.505
raccolti di € 4.000,00

0
campagna terminata

Goooonies: l'opera di Patrick Tuttofuoco per la 16° Quadriennale d'Arte di Roma!

Patrick Tuttofuoco
Berlin


GOOOONIES

Goooonies è un’opera di Patrick Tuttofuoco concepita per la 16a Quadriennale d’Arte di Roma. 

È un portale verso un tempo e un luogo del passato di Patrick: le rive del Mare Adriatico – la città di Pescara, in particolare – e l’inizio del millennio. 

A Pescara, nel 2000, in occasione dell’undicesima edizione di Fuori Uso, Patrick ha realizzato l’opera Grattacielo, una catasta di materiali poveri alta non come un grattacielo, ma quasi ;-)

L’opera era stata realizzata da Patrick a venti mani con quattro tra i suoi colleghi all’Accademia di Belle Arti di Brera: Massimiliano Buvoli, Christian Frosi, Massimo Grimaldi e Riccardo Previdi.

Goooonies rievoca quell’avventura, spericolata come quella dei ragazzini nell’omonimo, mitico film che ha segnato l’infanzia di chi come Patrick e co. è cresciuto negli anni Ottanta. 

Nell’opera i ritratti fotografici di Massimiliano, Christian, Massimo e Riccardo si fondono con fotografie degli scogli di Pescara. Stampate su banner di PVC, le immagini sono alte tanto quanto era alto Grattacielo

A quasi vent’anni di distanza da quella prima, seminale collaborazione, Goooonies riflette sul valore e sul perdurare dell’amicizia in un’era nella quale l’arte è sempre più una celebrazione dell’individualità del singolo.  

 La Quadriennale d’Arte di Roma – con questa 16a edizione torna dopo otto anni di assenza – è una prestigiosa manifestazione dedicata all’arte italiana.  

 I fondi per la realizzazione della mostra sono purtroppo limitati e la Quadriennale non offre agli artisti partecipanti un budget per la produzione di opere inedite (eh già).

 Aiuta Patrick a realizzare Goooonies

(testo di Michele D'Aurizio, curatore della sezione "Ehi, voi!" alla quale Patrick Tuttofuoco è stato invitato a partecipare).

 

http://www.quadriennalediroma.org/

 


I REWARDS:

Supportando il progetto potrai ottenere delle ricompense ideate esclusivamente da Patrick Tuttofuoco e intimamente correlate a questo progetto.

Di lato, nella sezione rewards, troverai le descrizioni dei singoli rewards mentre a seguire il link alle immagini tra cui è possibile scegliere la tua ricompensa, contraddistinte per tipologia di reward (ad esclusione del ritratto, che rappresenterà un'opera unica creata esclusivamente dall'artista per te!)

 

Goooonies (poster), Stampa inkjet su carta 135 gr patinata lucida f.to cm 61x91:

 http://bit.ly/29LCW2m

 Goooonies (ritratto), Stampa Lambda su carta fotografica lucida f.to cm 54x37:

http://bit.ly/29ovkY0

Goooonies serie (banner edition), Stampa inkjet UV su PVC Monofacciale f.to cm 400x60:

http://bit.ly/29n0hXc

 

 L'ARTISTA

Patrick Tuttofuoco è nato a Milano nel 1974, vive e lavora a Berlino.

Frequenta la facoltà di architettura del Politecnico di Milano e l’Accademia di Brera, e tiene la sua prima mostra personale nel 2000 presso lo studio Guenzani, a Milano. Con le sue opere fatte di luci, superfici specchianti, laser e neon colorati, inventa dialoghi con il pubblico e con lo spazio che riflettono la radice dinamica e corale della sua ricerca artistica. Sculture luminose, come Walkaround, o grandi sfere policrome in plexiglass, come anche i suoi video (Boing, viaggio immaginario nello spazio virtuale del computer presentato nel 2001 al Centro di arte contemporanea di Ginevra), esprimono uno stato di felice immersione nella realtà intesa come un organismo vivente, positivo, fonte di energia. Partecipa a Exit (2002), mostra di apertura degli spazi espositivi della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino, alla 50a Biennale di Venezia (2003), a Manifesta 5 (2004) e alla 6a Biennale d’arte contemporanea di Shanghai (2006), dedicata all’hyper design. Nel 2006 la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo ospita la personale Revolving landscape, progetto nato da un viaggio intorno al mondo di tre mesi attraverso diciotto megalopoli (Milano, Mumbay, Udaipur, Jaipur, New Delhi, Bangkok, Kuala Lumpur, Jakarta, Singapore, Shanghai, Beijing, Seul, San Francisco, Las Vegas, Los Angeles, Mexico City, São Paulo, Rio de Janeiro). Nello stesso anno presenta l’istallazione dal titolo Chindia presso la Haunch of Venison gallery di Londra e nel 2007 la grande istallazione Future city viene esposta a Roma, in Piazza del Popolo, per chiudere la rassegna Enel Contemporanea. Ha esposto le sue opere in mostre personali al Künstlerhaus Bethanien di Berlino (2008), alla Gallery Pilar Corrias di Londra (2009). Tra gli artisti selezionati per la mostra Italics: Italian Art between Tradition and Revolution 1968-2008, al Museum of contemporary art di Chicago (2009), espone al Palazzo di Abrantes di Madrid l'installazione site specific Focus on his eyes nell'ambito della Fiera dell’arte contemporanea della capitale spagnola (2013).Nel 2014 ha avuto la sua personale  Ambaradan, a cura di Nicola Ricciardi, Studio Guenzani Milano e nel 2015,  Welcome (2015), HangarBicocca, Milano.

 

 

 IN ANTEPRIMA....

Ecco i rendering dell'opera Goooonies:

 

 

 

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui.