Eightgrams

#Opera d'arte Milan - by Alessandro Di Giampietro

4
sostenitori

€ 207
raccolti di € 5.000,00

0
campagna terminata

Prima collezione di 15 ciondoli di puro oro (8 grammi)

Alessandro Di Giampietro
Milan

EIGHTGRAMS è un nuovo progetto di un nuovo e poliedrico brand di gioielli, nato a Milano, basato sulla fusione tra arte e artigianato. Questa prima edizione è nata sotto forma di una collaborazione con l'artista e fotografo Alessandro Di Giampietro, con una selezione di pezzi unici realizzati di otto grammi di oro puro.
Vecchi gioielli antichi con la loro storia vengono manipolati e trasformati dal fuoco senza controlli esterni, la sua essenza è rivelata, il processo alchemico innescato dal fuoco prende l'oggetto torna alla sua anima interiore.
Magia, i materiali, le forme dà vita ad un amuleto profondamente connessi ai significati ancestrali di oro.
Rivelazione dell'identità plasmata dal fuoco ...
L'operazione è di produrre una prima collezione di 15 pezzi , ognuno unico ed irripetibile.

 

Alessandro Di Giampietro vive e lavora in Europa
E' un fotografo e artista dal 2002.
Il suo lavoro nasce dall'osservazione dell'identità umana intesa come insieme di stratificazioni che  creano  modelli  comportamentali  iconici  nella  società  di  oggi; esplora  i  rituali  umani,  le pratiche  intorno  al  corpo  e  i  giochi  che  le  persone mettono  in  scena  per  passare  da  un archetipo a un altro. 
Ogni opera è un tentativo di ricostruire una performance in cui il confine tra realtà e finzione oscilla   come   accade   quando   gli   esseri   umani   sono   prigionieri   dell'incantesimo   del comportamento  sociale  abituale.  Osserva  l'essenza  primordiale, avezza  a  camuffarsi,  che scatena  la  sua  potenza  quando  chiede  ai  suoi modelli  di giocare  con  maschere  e  oggetti  di scena  e  di  rivelare  la  profondità  del  loro  essere, svelando  i  desideri  più  reconditi  e  i  segreti taciuti. 
Questo processo permette all'artista di collegarsi con l'energia intima che vede nei soggetti a cui scatta una foto, sia nelle messe in scena che quando lavora con snap-shots spontanei.
Il suo lavoro si concentra principalmente su ritratti perché sono affascinato dai negoziati inespressi che ogni essere umano mette in atto con se stesso / stessa, al fine di esprimere l'assoluto. 
Questi rituali, per l'artista, indicano una magia istintiva che sottolinea l'unicità di ogni persona e che definiscono il senso di individualità in generale.
 
Alcuni lavori sono stati pubblicati da riviste come: Butt magazine, Rolling Stones, Dazed and Confused, Oyster, Spex magazine, Marie Claire, Vice, Nylon, caffelatte, Neo.
 
Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui.