Il 20% delle cause provoca l'80% degli effetti

#Pubblicazione Fabriano - by Art comes to Town

35
sostenitori

€ 2.700
raccolti di € 2.699,00

0
campagna terminata

Maurizio Mercuri, The Book, il 20% delle cause nell'arte produce questi effetti.

Art comes to Town
Fabriano

 

È la nostra prima iniziativa. È la nostra prima pubblicazione. È il nostro primo crowdfunding...ma abbiamo con noi l’artista giusto per far esplodere l’arte in città!

Art comes to town, la nuova associazione culturale nata a Fabriano, la città della carta adagiata tra le colline marchigiane, punta alla realizzazione di “Il 20% delle cause provoca l'80% degli effetti, monografia d’artista di uno dei più rappresentativi suoi concittadini nel campo delle arti visive. Il libro che immaginiamo di sfogliare è una lunga conversazione tra Maurizio Mercuri, artista concettuale che abita nella nostra campagna, ed il critico Guido Molinari. I due portano avanti un dialogo serrato, ora ironico, ora enigmatico, ora profondamente meditativo, sulle tematiche ricorrenti nella poetica dell’autore.

Il titolo di copertina è un “ready-made verbale”, un enunciato che si riferisce al principio di Pareto, conosciuto in economia come principio della scarsità dei fattori, per cui la maggior parte degli effetti è dovuta a un numero ristretto di cause: presentato in due diversi idiomi con una traduzione “ribaltata” (il 20 provoca l’80 – l’80 deriva dal 20), lascia intuire come il gioco semantico divertente sia una costante lungo tutta l’intervista.

Presentato in forma ridotta come fanzine, pubblicata dall’editore milanese Le Dictateur, già nel 2012 nello spazio Family Business di Maurizio Cattelan a New York, l’opera, arricchita e perfezionata, ha ora raggiunto la sua forma definitiva, e ambisce a divenire un volume d’autore, nel momento in cui si rende necessaria una riflessione ricognitiva sulla produzione di Maurizio Mercuri.

Il testo bilingue, in italiano e in inglese, è completato da un apparato iconografico che riporta molte delle opere principali dell’artista: fotografie, rielaborazioni digitali, dipinti, sculture, ready-made, frames da video e documentazioni di performance. Molte di esse, concesse da gallerie e collezioni, vantano crediti prestigiosi (Galleria Zero Milano, Museo Carlo Zauli Faenza, Salvatore + Caroline Ala Gallery Milano, Massimo De Carlo Milano, Collezione Al-Bunduqiyya Venezia, Galleria Neon Bologna, Galleria d'arte moderna Bologna, Spazio Viafarini Milano ecc.).

Abbiamo scelto di far nascere significativamente l’associazione Art comes to town con questa iniziativa, per affermare fin dai primi passi la nostra indipendenza e la nostra convinzione nella necessità di diffondere una cultura libera e consapevole, elevata ed accessibile, seria e appassionante, rivolta ad un pubblico curioso, desideroso di allargare i propri orizzonti e di partecipare attivamente alla sua produzione.

Questa iniziativa è svolta con il sostegno del Centro Studi Fabriano Incontra.

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui.