Mondi lontanissimi

#Ricerca Rome - by Marco Strappato

8
sostenitori

€ 772
raccolti di € 4.200,00

0
campagna terminata

Look over there. Into the Wild Blue Yonder.

Marco Strappato
London

We are surrounded by worn-out images, and we deserve new ones. Perhaps I seek certain utopian things, space for human honor and respect, landscapes not yet offended, planets that do not exist yet, dreamed landscapes. Very few people seek these images today which correspond to the time we live, pictures that can make you understand yourself, your position today, our status of civilization. I am one of the ones who try to find those images.

Werner Herzog

 

Il nuovo corpo di lavori che sto pensando di sviluppare è ispirato all'album di Franco Battiato “Mondi Lontanissimi” (1985), nelle cui canzoni il viaggio è uno dei temi principali, viaggi sia sulla Terra che nello Spazio, come in “Via Lattea” e “No Time No Space”. Nell’album inoltre è possibile percepire un immaginario futuristico che tratta di  astronauti, telescopi e navicelle spaziali, come in “I treni di Tozeur”. Considero qwatz* il contesto ideale in cui poter sviluppare ulteriormente la mia pratica d'artista e sono consapevole che i prossimi due mesi saranno decisivi per accrescere le mie conoscenze teoriche e le mie abilità tecnico/pratiche. Cercherò di sfruttare al meglio gli spazi della residenza e di vitale importanza sarà il continuo confronto con la città di Roma ed il suo contesto internazionale ricco di persone piene d'entusiasmo con le quali condividere idee e visioni. Ho già in programma di passare parte del mio tempo all'Osservatorio di Roma, costituito da tre diversi siti: Monte Porzio Catone (20 km a sud-est di Roma), Campo Imperatore (una montagna del massiccio del Gran Sasso, in Abruzzo) e Monte Mario (dove svolgerò delle ricerche al Museo Astronomico Copernicano). Assieme, i tre siti costituiscono un punto di riferimento incomparabile, difficilmente reperibile in altre parti del mondo. Questa è una delle motivazioni cruciali per cui ho bisogno di passare due mesi in questa città. Il risultato di questi viaggi e di queste ricerche, culmineranno in una mostra personale in programma per fine dicembre 2015, ospitata da The Gallery Apart, sempre a Roma.

 *qwatz è un programma di residenza strutturato in modo da offrire agli artisti un network ideale per sviluppare le proprie ricerche ed i propri progetti. Lo staff offre supporto sia teorico che pratico, e mette a disposizione degli artisti un network di professionisti provenienti da diversi campi d'interesse degli artisti in residenza. Ad oggi qwatz ha collaborato con artisti internazionali ed italiani tra i quali, da menzionare: Koki Tanaka, Giuseppe Stampone, Nikolaj Skyum Bendix Larsen, Ursula Biemann e Harun Farocki.

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui.